Chiaramente

Ho seguito la corrente ci ho capito poco o niente mentre proprio in quel frangente ho trovato un salvagente Una cosa travolgente direi quasi sconvolgente poi pariteticamente mi è sembrato sufficiente Ecco, proprio dall’Oriente un giochetto divertente io lo scopro, finalmente vinco già, incredibilmente! Quasi sfortunatamente benché, più precisamente, e anche più letteralmente, abbia avuto… Read More Chiaramente

L’Umano Infinito

Innanzi al Creato stavi Tu, quand’anche il firmamento non discopriva la via Tu, largheggiavi favella, sorridendo alle stelle … e non appena ne scendeva un frantumo Tu,  pronto ad orientarlo in un soffio d’infinito umano, ne ricamavi e, di certo,  ne incidevi, il primo afflato di Vita. Amore … Norma

Fiaba

Accasciato tra le pieghe del cuore, quel tormento … se ne stava, arcano, dentro una minuscola inquietudine dell’anima che, scevra di abbrivi, mendicava al tempo un giorno di giubilo. Stendeva lenzuola su guanciali di pietra, ammorbidita solo da pispigli di sogni, la mano che, lenta e risoluta, vezzeggiava fiabe non ancora assopite. E Tu …… Read More Fiaba

Perla nera

Sfogliavo versi in rima per tenerti ancor più vicino a me mentre Tu raccoglievi brandelli del mio essere e, senza voce, ne componevi le poesie più belle. Erano urla che scioglievano inchiostro tra le Tue mani, diventavano canti quando dai Tuoi occhi ne inventavi copertine lucide e trasparenti. Scrivevo di me, incastonando in un bacio… Read More Perla nera

Il bianco

Se ne erano andati tutti, ma proprio tutti … Rebecca guardava il soffitto bianco e si chiedeva se ci fosse qualcosa di più intenso del bianco. Le persone erano colori, lo ricordava, e lei se ne era sempre riempita gli occhi. Ora, nessuno di quei colori riusciva più a scaldarla, o a conquistarla. Il bianco… Read More Il bianco

Noblesse oblige

Era arrivato da molto lontano. Sir Baldwin era un personaggio molto singolare; il suo nome era Fredrik e aveva un odore pungente di alcol, di fieno e di poca pulizia. Vestito però di tutto punto, con dei simpatici pantaloni che a chiamar lunghi sarebbe parso un regalo esagerato e che finivano sotto il ginocchio con… Read More Noblesse oblige

Erik

Erik non era solo, nei suoi pensieri giganti aveva un posto da cui partire e un posto a cui tornare; taciturno e riflessivo osservava le persone affrettarsi nelle faccende, scaricare la spesa, portare i pacchi, spostare l’auto dal vialetto, rastrellare il prato … appena iniziavano a muoversi e a far capire cosa avessero in mente,… Read More Erik